Cerca
  • Martona Patatona, 9 anni

È piccolo, ma è il capo

Avete mai visto un Boss alto mezzo metro, che beve il latte e che piange parecchio? Se la risposta è no, lo troverete in Baby Boss!

Tim è un bambino di sette anni con una vita perfetta e dei genitori perfetti, nulla e nessuno potrebbe rovinarla. A parte lui: Baby boss. Un giorno arriva in autubus, con giacca, cravatta e ventiquattro ore, come se andasse a lavorare. È un bambino "normale", almeno è questo che pensano i genitori di Tim. Ma il ragazzo, che si vede strappare l'affetto dei genitori dal nuovo venuto, non ci mette tanto a scoprire che il piccolo sa parlare e ha anche una banda di bambini-adulti come lui. Un giorno i genitori mandano Tim in castigo, cosa che non facevano mai prima del nuovo arrivato, e allora Baby Boss va a spiegargli perché lui è là, perché non è nato come gli altri ma è arrivato in autobus, e cosa sta succedendo nel mondo. Lo porta nel posto dove vengono creati i bambini e gli spiega che gli uomini stanno preferendo i cani ai Bebè. Gli spiega anche che i bebè vengono spediti in una delle due direzioni: la famiglia e il lavoro. Quelli che vanno a lavorare non crescono mai perché bevono un latte speciale ma hanno un cervello da adulti.

Ma ritorniamo al problema dei cani. Puppy & Co., l'agenzia dove lavorano i genitori di Tim, sta creando un nuovo cane immortale, che si tramanderà di generazione in generazione, e useranno il latte che... vi sto spoilerando troppo! Dovrete scoprire voi se riusciranno a completare la missione, cioè non far licenziale il piccolo Boss, e allo stesso tempo ritrovare l'affetto e la famiglia.

Baby Boss

Registra: Tom McGrath

Data di pubblicazione: 20 aprile 2017

Età adatta: 6 - 10 annia

Durata: 1h 37m

Lo trovi su: Netflix

22 visualizzazioni1 commento

Qualcosa di noi

Dafne è un progetto di Sara, Marta, Margherita, Alma, Viola e Anna, che si impegnano ogni giorno per mandare avanti questo sito e la sua newsletter.

Leggi di più su di noi

Newsletter