Cerca
  • Sara P. (≈_≈)

Una coppa, una spada e uno specchio

Aggiornamento: 16 gen

The mortal instruments. Il primo capitolo della saga Shadowhunters, un misto di follia, amore, morte: un fantasy dalle note urban e macabre, ambientato in una New York che non ha nulla a che fare con quella che conosciamo. Assolutamente nulla.

Immaginatevi un libro tranquillo, con un lieto fine, che parla di una pacifica casetta tra le praterie del Kansas e di una bella storia d'amore tra la lattaia e il pastorello che ogni giorno porta a pascolare le pecore.

Ecco, Città di ossa e i seguenti cinque libri non hanno assolutamente niente a che fare con tutto ciò.

Tutte le storie sono vere. - Città di ossa

Clary Fray è un'adolescente Newyorkese assolutamente normale. Oddio, questo è quello che pensa lei. Fino a quando non si imbuca in una festa al Pandemonium, il locale più strano e pazzo di New York, e la sua vita precipita. O prende il volo, dipende dai punti di vista. Infatti la ragazza entrerà in contatto con il magico mondo degli Shadowhunters, in particolare con un gruppo di adolescenti della sua età che, appunto, nella vita passano più tempo a rischiare la morte che a effettivamente vivere. In poche parole, combattono demoni. E molte altre creature strane che prima di questo libro non vi sareste mai immaginati neanche per sbaglio.

«Ho sempre pensato che mi avrebbe ucciso un demone, un Nascosto fuorilegge. Una battaglia. Invece poi ho capito che avrei potuto morire se non fossi riuscito a baciarti.» - Città delle anime perdute

Clary si ritroverà in questo mondo di mezzi pazzi spericolati, tra cui Jace, una cascata d'oro al posto dei capelli, gli occhi più belli dell'emisfero settentrionale e un carattere da prendere a schiaffi, ma anche dolce e pieno di debolezze. Insomma, Clary è indecisa tra tirargli una pietra in testa o innamorarsene perdutamente. Indovinate quale tra le due sceglie? Poi ci sono i due fratelli Alec ed Isabelle, che rischieranno la vita tantissime volte. E sempre, o quasi, con il sorriso sulle labbra.

«Finché potrò sognare, sognerò te.» - Città di vetro

Clary vorrebbe solo ritrovare sua madre, scomparsa misteriosamente dal suo appartamento in una sera qualunque, e invece si ritroverà invischiata nella vertiginosa ricerca della Coppa Mortale, oggetto che stabilirà il futuro del pianeta a seconda di chi riuscirà ad impossessarne per primo. Insomma, un bel casino. E nel frattempo Clary dovrà anche trovare il tempo di crescere, di sbagliare, di innamorarsi, di cadere e di piangere, di vestirsi bene per una festa e di compiere i fatidici sedici anni, di pensare al futuro e alle rune che stanno pian piano prendendo forma sulla sua pelle.

E, contemporaneamente, di uccidere più demoni possibile.

«Bene, bene» disse. «Il tuo potrebbe essere considerato il peggior tempismo da quando Napoleone decise di invadere la Russia in pieno inverno.» - Città delle anime perdute
 

The mortal instruments. Shadowhunters Autrice: Cassandra Clare Anno di pubblicazione Città di ossa: 27 marzo 2007 Anno di pubblicazione Città di cenere: 25 marzo 2008 Anno di pubblicazione Città di vetro: 23 marzo 2009 Anno di pubblicazione Città degli angeli caduti: 5 aprile 2011 Anno di pubblicazione Città delle anime perdute: 8 maggio 2012 Anno di pubblicazione Città del fuoco celeste: 27 maggio 2014 Età adatta: dai 14 anni in su Lunghezza: 500 pagine di media Casa editrice: Mondadori (tra le tante edizioni)

108 visualizzazioni5 commenti

Post recenti

Mostra tutti