Cerca
  • Bianca#Fungo

Morbido come argilla, vivo come me

Aggiornato il: mar 18

C’è una sola parola per descrivere Argilla di David Almond: Strano. Confuso. Come un sogno. Non riesci a capire se ti sia preso un colpo, se hai disimparato a leggere o se neanche lo scrittore sappia davvero cosa sta succedendo.

Davie e Geordie sono due chierichetti. Fumano, escono, scherzano e “combattono” contro la banda di Moudly, un ragazzo che li perseguita. Un giorno arriva a Felling, la loro città, un ragazzo nuovo, Stephen Rose. Ha la pelle che sembra di cera, uno sguardo ipnotico e una voce che gela il sangue.

Come se non bastasse, crea delle strane creature di argilla, creature che, o così sembra a Davie, sono vive. E parlano. Volano. Si muovono. Ti guardano. Ti fanno pensare cose che non senti. Davie sarà convinto da Stephen a creare una creatura, una specie di Golem, un enorme uomo di argilla, che, guarda un po’, chiameranno Argilla ( fantasia zero?). Argilla ha un medaglione d’argento nel petto, semi di sicomoro negli occhi e obbedisce a ogni singolo ordine. Anche telepaticamente. Fantastico, eh? Purtroppo le creature non portano quasi mai cose buone…

Avvertenza non richiesta: è tutto surreale. Ma i libri di Almond sono un po’ tutti così. Non riesci a capire se sogni o no.

Argilla

Autore: David Almond

Anno di pubblicazione: 17 novembre 2005

Età adatta: dai 9 anni in su

Lunghezza: medio (217 pagine)

Casa editrice: Salani editore

23 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Jess e Jason