Cerca
  • Alma R. (@_@)

L'Ultima goccia

Caldo soffocante, incendi devastanti, morte in ogni dove e nessuna via di scampo. Catapultatevi nella crisi, e benvenuti all'Inferno, con Dry.

Si chiamano Alyssa, Garrett, Kelton, Jaqui e Henry, sono poco più che ragazzini e stanno per morire. E con loro, tutta la California del Sud.

Gli uomini, hanno giocato con il fuoco, o meglio, con l'acqua, ma si sono spinti davvero troppo oltre. E l'acqua, adesso, non c'è più. Ma che volete? Vi avevano avvertiti e adesso, adesso, comincia, dura, faticosa, estenuante, la lotta per la sopravvivenza.

Che poi chissà cosa combina, il destino. Chissà perché proprio loro. In altre circostanze le loro strade non si sarebbero mai incrociate, neanche sfiorate, neanche per sbaglio.

Insomma: prendete una ragazza geniale e feroce, quasi-psicopatica, un'altra gentile (troppo) e di buona famiglia e il suo fratellino combinaguai, un nerd in piena regola e un ragazzino scaltro, viscido e calcolatore; e costringeteli a collaborare anche quando in realtà vorrebbero picchiarsi a sangue. Beh, non che si trattengano poi tanto.

E quindi si parte. E come partono loro, partiamo anche noi. E li vediamo, in soli sette giorni, li vediamo correre, guidare, cadere, bere poco e mangiare ancora meno.

Anche in questi momenti, capisco, c'è spazio per una risata. Quindi possiamo ancora combattere.

Li vediamo diventare grandi di colpo, troppo presto, troppo in fretta. Troppo. Sono troppo giovani, troppo piccoli, per aver già sofferto così tanto, per aver perso tutti. Troppo giovani per morire.

C'è un momento in cui comprendi che non sono i supereroi, ma nemmeno i cattivi. Sono solo imperdonabilmente umani. La domanda è: puoi perdonarli perché si comportano da umani?

Un racconto così bruciante, intenso, intriso di paura che sembra quasi esplodere. E a volte devi fermarti, chiudere il libro e anche i tuoi occhi stracolmi di lacrime. E ogni volta che ti ritrovi a bere hai voglia di dire no, non è giusto, questo sorso voglio darlo a Herb, o a Hali, o a chiunque altro, perché loro lo meritano, ne hanno bisogno. Ma noi?

Se è vero che dopo un libro non sarai mai più la stessa persona, allora Dry devi leggerlo. Devi leggerlo per forza.

Jaqui una volta ha detto che il corpo umano è al sessanta per cento composto di acqua. Be', ora so cos'è il resto. Il resto è polvere. Il resto è cenere, è tristezza, è dolore. Ma soprattutto, e nonostante tutto, a unirci è la speranza. La gioia. La sorgente di tutte le cose che potrebbero essere.

DRY Autori: Neal e Jarrod Shusterman Anno di pubblicazione originale: 17 ottobre 2019 (il mio 11 compleanno) Età consigliata: dai 14 anni in su Lunghezza: lungo (390 pagine) Casa editrice: il Castoro


32 visualizzazioni2 commenti

Post recenti

Mostra tutti