Cerca
  • Sara P. (≈_≈)

Il primo anno ad Hogwarts

Aggiornato il: apr 21

Harry Potter e la Pietra Filosofale è un libro carico di tensione, mistero, ma soprattutto... magia!

Harry è un ragazzino che vive in una casa con i suoi zii, perché i suoi genitori sono morti in un incidente d'auto molto tempo prima. Sono queste le cose che pensa Harry, fino al giorno del suo compleanno di undici anni. MA SIAMO SICURI? Ovviamente no! Infatti, dopo l'arrivo di Hagrid (un simpatico mago) la vita del ragazzino cambia drasticamente: andrà ad Hogwarts!


Con l'inizio della nuova scuola di magia, arrivano anche molte verità: i genitori non sono morti in un incidente automobilistico, ma sono stati ammazzati da Tu-Sai-Chi, Lord Voldemort, un mago cattivissimo e potente. La cicatrice a forma di saetta che Harry ha sulla fronte è stata incisa nella sua pelle da Voldemort, e grazie a quella cicatrice è sopravvissuto all'ira di Colui-Che-Non-Deve-Essere-Nominato, così viene chiamato da chi ha paura di lui.


Dal binario 9 e 3/4, alla scelta del cappello parlante, dal viale di Diagon Alley, all’amicizia con Albus Silente, Harry vive molteplici avventure, insieme ai suoi tre amici Hermione Granger, Ron Weasley ed Edvige (poi scoprirete chi è).


Le cose si fanno più complicate, però, quando i quattro amici si imbattono nel mistero della Pietra Filosofale, una pietra che regala vita eterna a chiunque la possieda, e in un cattivo in turbante dalla mano scottante che vuole impossessarsene. Fortunatamente Harry e i suoi amici riescono a vincere il male e Voldemort, con l’aiuto di non pochi incantesimi.

Il libro Harry Potter e la Pietra Filosofale, come tutti i libri di J. K. Rowling, sono diventati anche dei film di grande successo.

La grande penna della Rowling è riuscita a immaginare un mondo di streghe, maghi, gnomi e draghi sconosciuti a tutti coloro che non hanno mai provato a pensare ad un luogo diverso. Dove non servono i piedi per viaggiare, ma basta l’immaginazione (o in caso tu fossi una strega, una scopa da Quidditch andrà benissimo). Dove non serve una mano per accendere la luce, ma basta una parola magica. E dove le risposte alle domande che ti fai, non devi cercarle molto lontano, basterà guardare attraverso la tua anima e il tuo cuore e capirai il significato di tutto quello che ti appartiene e ti circonda.

Insomma, in poche parole, Harry è il Sopravvissuto, l’unica persona che, dopo aver “affrontato” Voldemort (non so se si può dire affrontato, aveva meno di un anno!), non era morto. Ed Harry è anche una delle poche persone (tra cui Silente, Ron ed Hermione) che ha il coraggio di nominare il Signore Oscuro, da tutti chiamato “Tu-Sai-Chi”, perché…

Hermione Granger: La paura di un nome non fa che incrementare la paura della cosa stessa.

Non farò le altre recensioni degli altri libri e film della saga di Harry Potter perché...

VI ASSICURO CHE È IMPOSSIBILE SMETTERE DI LEGGERLI E GUARDARLI DOPO AVER COMINCIATO!

Harry Potter e la pietra filosofale

Autrice: J. K. Rowling

Anno di pubblicazione: 1997

Età adatta: dai 11 ai 15 anni

Lunghezza: media

Casa editrice: Salani e altre

0 visualizzazioni

Qualcosa di noi

Dafne è un progetto di Sara, Marta, Margherita, Alma, Viola e Anna, che si impegnano ogni giorno per mandare avanti questo sito e la sua newsletter.

Leggi di più su di noi

Newsletter