Cerca
  • vittoriaberlese

Jojo non è un coniglio

Recensione di Vittoria e Erika

La storia di un ragazzino nazista nella Germania nel bel mezzo della Seconda Guerra Mondiale che capirà che quello che credeva giusto in realtà non lo era. Jojo Rabbit.

Jojo è un ragazzino di dieci anni che vive nella Germania nazista durante la Seconda Guerra Mondiale. E’ un nazista accanito, tanto che il suo amico immaginario è nientemeno che Adolf Hitler. Il giovane viene definito ironicamente “Jojo coniglio” perché considerato un fifone. Durante il suo percorso nel campo d’addestramento, però, succede un incidente che rende il suo volto sfregiato.

Demoralizzato, torna a casa, e scopre che sua madre nasconde Elsa, una ragazza ebrea. All’inizio è arrabbiato con la madre, perché era convinto, come tutti i nazisti, che gli ebrei facessero parte di una “razza inferiore”. Ma piano piano fa amicizia con la ragazza, e mette da parte i pregiudizi. Parlando con Elsa si rende conto che non tutto quello che pensava fosse giusto lo era veramente.

Non sei un nazista Jojo. Sei un bambino di dieci anni a cui piace indossare una buffa uniforme e che vuole far parte di un gruppo.

Un film che abbiamo amato, perché è raccontato dal punto di vista di un bambino. Ci ha fatto capire tante cose su quello che veramente conta nella vita, in modo delicato ma incisivo. Assolutamente consigliato.

Dobbiamo ballare, per dimostrare a Dio che siamo liberi.
 

Jojo Rabbit

Regista: Taika Waititi

Data di uscita: 2019

Età adatta: dai 10-11 anni

Durata: 1 ora e 48 minuti

Lo trovi su: Amazon Prime Video, Disney+


32 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti