Cerca
  • Sara P. (≈_≈)

El diòs

È morto Marado'. Un messaggio, corto, tre parole una dopo l'altra, e già ho capito cosa devo guardare stasera. Maradonapoli. Un film che parla. E fa capire.

Maradona era un calciatore.

Era un Dio.

Ma sopratutto, era un Napoletano.

Un Napoletano dalla parte del popolo, della povertà, che a Napoli abbondava. Da parte di quelli che parlano con un dialetto stretto come lo spazio tra due sardine in scatola.

L'amo accattà? L'amo accattà o nun l'amo accattà?

Diego Armando Maradona, sempre lui, la maglia semplice con il numero 10 e gli occhi pronti a scappare lontano. In questo film/documentario, la città parla. Parlano i pescivendoli, gli impiegati, i bibliotecari, i laureati, le mogli, i tifosi sfegatati e quelli che non sanno neanche cos'è un pallone, i cuochi, i mariti, le lavandaie, tutti, tutti si ricordano di Maradona.

Questo è un film da vedere. Spiega che negli anni '90 le nascite erano aumentate tantissimo, tutti volevano dei figli: se usciva maschio il nome era "Diego", se usciva femmina "Azzurra", come il colore della maglia.

Chi si falsificava il passaporto, solo per vedere il cognome "Maradona" impresso sulla carta.

Chi si tatuava la sua faccia, il suo numero di maglia, i suoi capelli, il suo nome, "Diòs".

Chi inventava pizze a forma di Maradona.

Chi si chiamava Diego Armando Maradona di nome e Mollica di cognome, e quando chiamava i carabinieri non venivano, perché pensavano fosse uno scherzo.

Chi creava ditali per cucire con sopra la faccia di Maradona.

Chi costruiva altari per venerare un capello appartenuto a Maradona.

Tutto il popolo lo amava, tutti lo amavano.

Per noi napoletani, è stato l'unico demone che ci ha portati in paradiso.

Questo è un film senza una voce fuori campo, solo le parole di gente semplice, vera, che spiega nel suo dialetto, o meglio, "lingua", e che parla del proprio idolo, o meglio, "Dio".

C'erano solo loro due: San Gennaro e Maradona. Più o meno siamo lì.

Questo film ti fa amare Maradona come non mai.

Ti fa donare un pezzetto del tuo cuore a lui, ma in generale a Napoli, la città che lo ha accolto.

Ti fa amare il calcio anche se sei un patito della palla nuoto.

Ti fa amare il Napoli anche se sei un tifoso sfegatato della Juve.

Ma alla fine, la verità è che questo film ti fa amare la vita.

Semplicemente, la vita.

Maradonapoli

Regista: Alessio Maria Federici

Data di pubblicazione: 2017

Età adatta: 10-15 anni, anche adulti

Durata: 1 ora e 15 minuti

Lo trovi su: Netflix

73 visualizzazioni2 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Jess e Jason