Cerca
  • Alma R. (@_@)

Willy gabbiano, Mary tempesta

Mary Read è il libro di una donna costretta a cancellare la sua vera natura. Un racconto incandescente, di vento in faccia e sale sulla pelle. Una travolgente, incredibile storia vera.

"La terraferma non fa per noi"

Mary ha dovuto seppellire se stessa all'età di 6 anni. Con la morte di Willy, fratello maggiore dalla salute delicatissima, sua madre è convinta di aver perso ogni possibilità, eccetto quella di far diventare la bambina... suo fratello. Mary non è diventata maschio perché voleva. Lo è diventata perché ne aveva disperatamente bisogno. Ma come presto constaterà, lei resta pur sempre Mary. Anche se fuori la gente la chiama Willy, la saluta con pacche sulla spalla (che non si possono certo dare ad una signorina, nel 1700), si azzuffa con lei per le strade... lei è se stessa. La Mary segregata lotta per esistere, lotta per godersi il mondo, la vita, le sporche strade di Londra, la cenere, il fumo, i vicoli bui.

Ma partiamo dall'inizio: Mary è la secondogenita di Emma, donna che ha dovuto vendere se stessa e il suo corpo pur di mantenere in vita i figli.

E poi, Mary è figlia di suo padre, come ognuno di noi, ma Mary chi suo padre sia non lo sa: non è lo stesso di suo fratello, che invece è figlio legittimo, bambino di Emma e di un importante pirata. Quando la nonna paterna di Willy, ignara della morte del nipote e della nascita di Mary, lo invita a Londra e promette di mantenere lui e la madre, Emma sceglie di fa trasformare Mary in Willy.

Pur non essendo figlia di un pirata come suo fratello, però, la mente di Mary divaga costantemente verso il mare: il suo sogno più grande è partire, imbarcarsi, fingendosi un uomo, seppure la cosa diventi sempre più difficile, tra mestruazioni e voce troppo "femminile", ma Mary può farcela. In onore della nonna che l'ha istruita decide di farsi chiamare Willy Read.

L'identità di Mary non esiste, è mutevole, sottile, impossibile da afferrare: esattamente come lei.

Lungo i suoi viaggi in mare, troverà odio, amore, amicizia, alleanza, sangue, tanto rum, ori, ricchezze, ogni cosa.

E quando la vita si farà impossibile, Mary sarà costretta a cedere.

O magari no.

"Vorrei dormire" dice Mary "chiudere gli occhi e trovarmi altrove" "Starò zitta, allora" "No, fammi sentire ancora la tua voce. Sarà come sentire la risacca del mare. Tienimi la mano."

Mary Read. la ragazza pirata

Autore: Alain Surget

Data di pubblicazione: febbraio 2018

Età adatta: dai 14 anni in su

Lunghezza: medio (307 pagine)

Casa editrice: Gallucci

35 visualizzazioni1 commento

Post recenti

Mostra tutti