Cerca
  • Sara P. (≈_≈)

Ciò che resta del tempo

Aggiornato il: ago 29

Polvere d'Ambra, un libro che tutti dovrebbero leggere. Ai confini della magia, fino alla fine dell'amore, e al limite della vita. Tutto ciò che si vorrebbe da un romanzo, e che non si è mai riusciti a trovare a pieno.

Ophelia Pendulette crede di essere una sedicenne normale, che fa gite con gli scout e litiga con la madre. Ok, forse non proprio normale, perché ha perso il padre all’età di 8 anni in uno strano incidente il cui lei si è ferita gravemente. Sua sorella maggiore è partita l’anno prima per “studiare fuori”, così le ha detto. Quello che non sa, però, è che la sua famiglia e poche altre al mondo possono governare il tempo. Proprio così. Possono fermarlo per un minuto o due (o anche di più), giusto per dare una sbirciatina al compito del compagno di banco. Possono riavvolgerlo, per ricevere la portata dal cameriere 14 volte (e poi mangiarla 14 volte). Possono anche velocizzare il tempo durante la lezione, o portarlo indietro per vivere tante altre volte un momento bello. E infine, grazie a un misterioso Castello d’Ambra, possono restare immortali. Quando Ophelia scoprirà una bis-bisnonna che dimostra vent’anni (ma che vent’anni non ha) e tanti altri segreti, inizierà a girarle la testa. E ci credo! Farà amicizia con un ragazzo che pensava della sua età (ma che è nato nel 1900 circa), scoprirà che Amadeus Mozart è ancora vivissimo e vegetissimo, insieme a Napoleone Bonaparte e Elena di Troia. E che sono rinchiusi lì, in quel castello che ad alcuni sembra una salvezza, ad altri una prigione. In quel castello dove non si invecchia.

In un modo o nell’altro, Ophelia, verrà catapultata in un altro mondo che non si aspettava. E, dopo una serie di malintesi, parteciperà a un Torneo d’Ambra che metterà in serio pericolo la sua vita, ma non solo… Dove il confine tra il bene male si fa decisamente troppo sottile, Ophelia sceglierà di fare la cosa più giusta, ma ad un prezzo decisamente grosso…

Lei si avventurerà tra scelte fin troppo importanti, tanto amore a cui dedica ritagli di tempo (letteralmente), amicizia e magia, tanta magia.

Questo libro mi ha stregata. Fino alla penultima pagina sembrava che finisse con la morte della protagonista, e poi… il finale è stato mozzafiato. Diverso. Appena l’ho finito, sono rimasta almeno per mezz’ora a guardare le stelle di plastica appiccicate al soffitto sopra il mio letto. Per assimilare bene ciò che era successo. Avevo finito quel libro. Volevo tornare indietro, rivivere le emozioni che ho provato durante la lettura. Forse sto esagerando, ma questo secondo me potrebbe diventare il nuovo “Harry Potter”. Un libro mozzafiato. Mi ha tenuta con il fiato sospeso, per tutto il tempo, e alla fine il mio cuore mi pulsava nella testa con un rumore assordante, come se fosse pronto ad esplodere, gridando: “No, non può finire davvero così!”. Forse il mio libro preferito (e ne ho letti davvero tanti, eh!).


Leggi anche la recensione di Book Jumpers, un libro della stessa autrice!

Polvere d'ambra

Autrice: Mecthild Gläser Anno di pubblicazione: 2019 Età adatta: 11-15 anni Lunghezza: lungo (384 pagine) Casa editrice: Giunti

66 visualizzazioni6 commenti

Qualcosa di noi

Dafne è un progetto di Sara, Marta, Margherita, Alma, Viola e Anna, che si impegnano ogni giorno per mandare avanti questo sito e la sua newsletter.

Leggi di più su di noi

Newsletter