Cerca
  • Sara P. & Marta P.

Soul, prendi a pugni il mondo

Prestami un sogno, per sparire in una nube di fantasia, per correre sul ring, per suonare al chiaro di luna, per leggere sugli alberi, per ridere con Charlie Chaplin, per credere nei sogni.

Anima (chiamata anche Soul) è una boxeur, ha quindici anni e vive a Favale, vicino al mare ma non troppo. La sua migliore amica è Mia (chiamata anche Miss Muretto). Le due sono diverse come il sole e la luna (Anima ascolta Billie Eilish e Mia Beethoven…), ma si vogliono un bene, appunto, dell’anima. È l’estate del 2020, e tutto sembra filare liscio (escludendo un certo Covid 19 che tutti ben conosciamo e che sta tagliando le ali a molti sogni), finché, SBAM, Anima riceve il pugno peggiore. E ne ha ricevuti tanti, eh! In poche parole, viene buttata fuori. Dalla squadra agonistica, dal ring, dalla palestra. Ma non dalla boxe: infatti in suo aiuto correrà un novantacinquenne pieno di storie e pugni ancora da tirare, che ha avuto una vita travagliata, anche a causa del suo sport. E che le insegnerà che la boxe non è distruggere, ma creare, non è una guerra, ma un’arte.

«Gli uomini imparano la boxe, le donne nascono che la conoscono già, perché sanno che dovranno lottare di più nella vita.»

E così la storia delle due ragazze, che passano le serate a volteggiare in riva al mare su un Liberty 50, si mescolerà a quella di Amadeo Peter Giannini, che, grazie alle storie del vecchio Baccin (il novantacinquenne), entrerà anche nel cuore di Anima. E la aiuterà a salvare un sogno. In che modo? Lo scoprirete presto!

La lettura è il mezzo di trasporto più veloce che conosco per scappare via dalla tristezza: non a caso, ogni pagina ha la forma di un tappeto volante.

Questo libro è pieno di sogni. Il sogno di Anima, che vuole diventare una boxeur professionista. Quello di Mia, aspirante pianista. Quello di Amadeo, che vuole rendere il mondo più equo. Quello della madre di Anima, che vuole correre e non fermarsi più. E infine anche quello del padre di Anima… Ossia la Libreria Rampante. Secondo me, è il più bello. Costruendo cinquanta casette sugli alberi piene di libri, bambini, bambine, ragazzi e ragazze potranno imparare che bel gioco è la letteratura. Da tre di queste casette scendono tre scivoli, che finiscono in una piscina. Ora: può sembrare tutto rosa e fiori, certo, ma non è affatto così, perché questa bellissima avventura nel mondo delle letteratura (ho fatto pure rima) sta per andare in fumo.

«Io mi auguro che anche i bambini che entreranno in queste casette possano realizzare i loro sogni. I sogni salgono in cielo come i palloncini. Se li spedisci dalla cima di un albero, non rischi che si impigliano nei rami»

Sì, è un libro basato sui sogni. Perché sono proprio loro, i sogni, a salvarci nei momenti in cui tutto sembra crollarci addosso.

Prestami un sogno

Autore: Luigi Garlando

Anno di pubblicazione: 1 aprile 2021

Età adatta: dai 12 anni

Lunghezza: medio (256 pagine)

Casa editrice: HarperCollins Italia

19 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Jess e Jason